martedì 30 novembre 2010

"Il castello in aria" Di Diana Wynne Jones

More about Il castello in ariaAbdullah è un giovane venditore di tappeti di Zanzib, nel più profondo sud della terra di Ingary (vi ricorda niente?) e sogna sempre di essere il figlio rapito di un potentissimo Sultano. Un giorno, uno straniero gli vende un tappeto magico, un tappeto volante che ben presto farà volare il giovane Abdullah in una fantastica avventura, come quelle che sognava sempre. 
Una, due, tre, ... tante principesse da salvare, un mistero da svelare, magie, incantesimi, geni nelle lapade, scelte da fare, il tutto con l'aiuto di vecchi amici e nuovi amici di avventure.
Il romanzo è il seguito del "Castello Errante di Howl", nella prima parte, però, si notano solo coincidenze con i nomi dei paesi, ma poi, via via che ci si addentra nell'avventura, si ritrovano anche i personaggi della prima avventura che aiuteranno il giovane Abdullah a liberare la sua amata Firo-della-Notte.
E' consigliabile aver letto anche il primo romanzo per gustare il secondo, o eventualmente aver visto l'omonimo film di animazione di Hayao Miyazaki, anche se si potrebbe non capire appieno alcuni passaggi dato che fanno riferimento a cose avvenute nella versione cartacea del "Castello".
Anche questo è un ottimo libro per ragazzi, ma anche per adulti che non si vergognano a concedersi un attimo di spazio per tornare a sognare.

lunedì 29 novembre 2010

sono tornate


quelli del call center hanno riportato le caramelle ... ma non mi piacciono! mannaggia.

Posted by ShoZu

micio lavoratore


questo bel micietto voleva le coccole. se gli si metteva una mano vicina si strusciava e faceva le fusa. Aveva un orecchio tagliato.

Posted by ShoZu

sabato 27 novembre 2010

"Benvenuti al Sud" di Luca Miniero

Regia: Luca Miniero
Soggetto: Luca Miniero
Sceneggiatura: Massimo Gaudioso
Produttore: Riccardo Tozzi, Marco Chimenz, Giovanni Stabilini, Francesca Longardi
Produttore esecutivo: Giorgio Magliulo
Fotografia: Paolo Carnera
Montaggio: Valentina Mariani
Musiche: Umberto Scipione
Scenografia: Paola Comencini
Costumi: Sonu Mishra
Distribuzione Italia: Medusa Film
Durata: 100 min
Genere: commedia



Interpresti e personaggi
Claudio Bisio: Alberto Colombo
Angela Finocchiaro: Silvia Colombo
Alessandro Siani: Mattia Volpe
Valentina Lodovini: Maria
Nando Paone: Costabile Piccolo
Giacomo Rizzo: Costabile Grande
Teco Celio: Gran Maestro
Fulvio Falzarano: Mario
Nunzia Schiano: Signora Volpe
Alessandro Vighi: Chicco Colombo
Salvatore Misticone: Signor Scapece
Riccardo Zinna: Vigile
Naike Rivelli: Poliziotta
Dany Boon: Turista francese

NOTE:  il film è un remake, molto fedele mi dicono, della commedia francese "Bienvenue chez le Ch'tis" uscita in Italia con il titolo "Giú al Nord"
Alberto è un responsabile delle poste e lavora nella bassa Brianza. Il suo sogno è quello di essere trasferito in una sede di Milano, ma ogni volta che è vicino al trasferimento viene superato da un collega disabile. Decide quindi di fingersi invalido per ottenere il tanto atteso trasferimento, naturalmente viene scoperto e la punizione è un trasferimento di due anni in uno sperduto paesino (bellissimo) del Cilento.
Il film è basato su tutti gli stereotipi e pregiudizi del nord verso il sud, il nostro Alberto sembra infatti partire per una missione di guerra nel deserto. Naturalmente il nostro si accorgerà ben presto che nonostante le differenze culturali i suoi nuovi colleghi sono persone ospitali e diventeranno ottimi amici.

Il film è stato divertentissimo, troppo assurda la partenza di Alberto con giubbino antiproiettile e super crema solare. Alla fine nessuno è buono e nessuno è cattivo, ognuno è nato e vissuto in ambienti diversi con culture diverse e da entrambe le parti ci sono un poco di pregiudizi e di incomprensioni, anche se secondo me i piccoli paesi sono dei mondi a parte, che siano del sud del centro o del nord cambia poco, perché nei piccoli paesi tutti si conoscono e la vita segue ritmi diversi alle grandi città.
Abitando in una regione del centro forse trovo assurdi alcuni comportamenti di entrambe le parti e spero che i pregiudizi mostrati da Alberto siano solo delle esagerazioni.

Film che consiglio caldamente di vedere.

fleddo


Ho i piedi gelati, il naso gelato, le orecchie gelate ...

Posted by ShoZu

giovedì 25 novembre 2010

"Il castello errante di Howl" Di Diana Wynne Jones

More about Il castello errante di HowlSophie è una giovane ragazza che abita nel paese di Ingary. Essendo la più grande di tre sorelle si sente soffocata dai suoi doveri di sorella maggiore, così dopo la morte del padre porta avanti la sua cappelleria anche se lei sogna una vita molto più avventurosa. La partenza delle sorelle poi non la aiuta di certo, ma un giorno la sua vita prende una piega totalmente diversa. La Strega delle Terre Desolate la trasforma in una vecchia perchè non è soddisfatta dei cappelli che le sono stati proposti, quindi Sophie è costretta a partire ed a vivere una avventura come quelle che aveva sempre sognato. Stipulerà un patto con il potente mago Howl ed entrerà nel suo magico castello dove incontrerà anche il demone Calcifer, ed andrà alla ricerca della Strega per riottenere la sua gioventù.
Da questo libro si ispirato Hayao Miyazaki per il suo omonimo film di animazione. Nel libro si ha una maggiore descrizione del personaggio di Sophie, si approfondisce il perchè della sua malinconia ed anche le sorelle hanno di maggiore importanza nella sua avvetura. La storia del personaggio di Howl si differenzia nelle due versioni, ma acquista molto più fascino nel film, in entrambi i casi, comunque, si ha sempre un personaggio un po' ambiguo, indeciso e vanesio. Calcifer è forse l'unico elemento che Hayao Miyazaki non ha cambiato nella sua opera.
Un romanzo per ragazzi che può comunque essere piacevolmente letto anche dagli adulti, uno di quei romanzi che sono belli da leggersi ai bambini prima di andare a dormire, per portarli in un regno di misteri e di magie.

mercoledì 24 novembre 2010

TOC TOC


C'è nessuno in casa?
Anche io voglio le casette per i polli. Non ho i polli, ma le casette mi piacciono un casino

lunedì 22 novembre 2010

avviso: FAIL


Messaggio apparso oggi nel tugurio dei PC

Posted by ShoZu

i due estremi


un barattolo da 5kg ed uno da 30g

Posted by ShoZu

un poco alla volta


mi raccomando non mangiamo questo barattolono di tutto assieme, potrebbe farci male. Naturalmente questo mastodontico barattolino da ben 30g serve per addobbare gli alberi di natale.

Posted by ShoZu

cocci


si dice che i gatti possono correre in un negozio di cristalli senza fare danni ... a parte il nostro che ha appena rotto un vaso di vetro, uno di quelli per i bulbi.

Posted by ShoZu

"un marito di troppo" di Griffin Dunne

titolo originale : The Accidental Husband
regia: Griffin Dunne
sceneggiatura: Mimi Hare, Clare Naylor, Bonnie Sikowitz
fotografia: William Rexer
montaggio: Suzy Elmiger
musiche: Andrea Guerra
produzione: Blumhouse Productions, Team Todd, Yari Film Group
distribuzione: Eagle Pictures
paese: Irlanda, USA 2008
genere: Commedia, Romantico
durata: 90 Min






Attori e ruoli
Uma Thurman Dott.ssa Emma Lloyd
Colin Firth Michael
Jeffrey Dean Morgan Patrick Sullivan
Sam Shepard Wilder
Isabella Rossellini Sig.ra Bollenbecker
Brooke Adams Carolyn
Keir Dullea Sig. Bollenbecker
Ajay Naidu Deep
Justina MachadoSofia
Lindsay Sloane Marcy
Sarita Choudhury Sunny
Jeffrey Tedmori Ajay
Michael Mosley Declan


Emma Lloyd è una psicologa e conduttrice radiofonica che deve il suo successo, presto anche su carta, ai consigli di coppia. I suoi sono consigli basati su attente ricerche sociologiche e statistiche, consigli che comunque tendono a mettere da parte il romanticismo ed il sentimentalismo per dare maggior importanza alla concretezza ed alla quotidianità del rapporto.
Durante una trasmissione la nostra consiglia ad una titubante novella sposa di buttare tutto a monte mentre il futuro sposo, Patrick Sullivan, è casualmente in ascolto. Naturalmente l'uomo medita vendetta e la ottiene con l'aiuto del ragazzino super esperto di informatica di turno, il quale entra nel sito dell'anagrafe e fa "sposare" la bella Emma con con Patrick. Il problema è che la nostra Emma deve a giorni convolare a giuste nozze con il suo editore Michael e quindi si vede costretta a cercare il "marito" per fargli firmare una montagna di fogli e rendere così nullo il loro matrimonio.
Vi devo dire cosa succederà dopo? Non lo avete già intuito che i due già sposati si innamoreranno e che tra un tira e molla, una incomprensione e l'altra, una gag ed una risata, il matrimonio non si annullerà e la nostra Emma sarà un poco più dolce nei suoi consigli?

Comunque a parte la sconatezza della trama il tutto scorre veloce ed in modo piacevole. Un film da consigliare per una piacevole e rilassante serata.

la macchia


la mamma ha portato a casa una nuova orchidea. Questa mi piace pwrxhè sembra che qualcuno l'abbia macchiata con l'inchiostro

Posted by ShoZu

domenica 21 novembre 2010

la merenda

Ieri abbiamo fatto merenda al Leone Bianco, non si chiama così ... sì, si chiama così ma in francese ed ora non mi va di controllare.
La cioccolata era buona, anche se mia sorella non è del tutto convinta, e la brioschina deliziosa.
Proprio una buona merendina adatta a questo odioso tempo piovoso.

Ecco a voi Penny 2.0

Ecco a voi Penny 2.0 ... si lo so con i nomi non abbiamo molta fantasia. Comunque la nostra nuova pappagallina è quella verde. Meno male che con mia sorella avevamo già una mezza idea di prenderla di questa colorazione, perché nel negozio dove siamo state era l'unica femminuccia.
Per ora lei e Desmond sembra stiano bene assieme.
La prima sera la nostra Penny si è impossessata dell'altalena e non voleva uscirne, noi la facevamo dondolare, ma niente. Faceva anche la contorsionista per mangiare il bastoncino senza lasciare il suo prezioso posto.

sabato 20 novembre 2010

"Cosa sognano i pesci rossi" Di Marco Venturino

More about Cosa sognano i pesci rossiNel libro si alternano il punto di vista del pesce rosso, un uomo al culmine della sua vita che per un errore medico si trova intrappolato nel reparto di terapia intensiva, e della faccia verde, il responsabile del reparto, uomo senza ambizioni, costretto a riparare i danni degli esimi colleghi ed a sopportare i loro leccapiedi, un uomo che stanco di combattere tutti i giorni con la morte.
Il medico fa un esame su se stesso, i suoi colleghi ed il loro lavoro, mentre il pesce rosso deve combattare con l'umiliazione di essere accudito come un lattante, la disperazione di non veder crescere la figlia.
Un libro che fa commuovere e fa riflettere.

giovedì 18 novembre 2010

PedoBear e le sue massime

Quelli di AdSense non hanno senso dell'umorismo, infatti avevo una immagine in cui praticamente c'era una barzelletta su "P_e_d_o Bear" e loro hanno bloccato tutto dicendo che il mio sito tratta argomenti scabrosi ....
lasciamo perdere

scelte


ci sono scelte difficili da fare nella vita: quale di questi tesorini desiderare?

Posted by ShoZu

golosone


al gianduia. che belle e buone le pause caffè

Posted by ShoZu

Penny non c'è più ="(


Ieri purtroppo la nostra pappagallina Penny è morta.
Era la pappagallina di Mr.Kimy perché questa estate l'aveva portata a casa lui, ancora non sappiamo spiegarci come dato il nostro gattaccio ancora non è molto abile nelle arti venatorie. Adesso l'altro pappagallino, Desmond, è rimasto tutto solo e se oggi pomeriggi non viene giù il diluvio universale, dato che ci muoviamo con il motorino, andiamo al centro commerciale dei Gigli e prendergli una nuova amichetta.

mercoledì 17 novembre 2010

Domanda amletica

Philosoraptor: Expeting the Unexpected
see more Memebase

"Porco Rosso" di Hayao Miyazaki

Regia: Hayao Miyazaki
Soggetto: Hayao Miyazaki, Hikōtei Jidai
Sceneggiatura: Hayao Miyazaki
Art director: Yoshitsu Hisamura
Animatori: Megumi Kagawa, Toshio Kawaguchi
Fotografia: Atsushi Okui
Montaggio: Hayao Miyazaki
Effetti speciali: Kaoji Tanifuji, Setsuko Tamai, Tomoji Hashizume
Musiche: Joe Hisaishi, Tokiko Kato
Scenografia: Katsu Hisamura

Produttore: Toshio Suzuki
Produttore esecutivo: Yoshio Sasaki, Sokai Tokuma, Yasuyoshi Tokuma, Matsuo Toshimitsu
Casa di produzione: Studio Ghibli
Distribuzione (Italia): Lucky Red

Paese: Giappone 1992
Durata: 93 min
Genere: animazione

Finalmente sono riuscita a vedere questo ennesimo capolavoro, devo ammettere che ogni suo lavoro per me è una piccola perla e tutte le volte ho grandi difficoltà a decidere quale sia il suo lavoro migliore che ho visto.

Ma veniamo a Porco Rosso, ambientato nel Mediterraneo ai tempi degli idrovolanti.
Il nostro Porco Rosso, il cui vero nome è Marco Pagot,  è un pilota dell'aviazione militare italiana, ma a causa di un non ben definito incidente durante la prima guerra mondiale si trasforma in un maiale. Lascia quindi l'areonautica e la vita mondana per ritirarsi in una isoletta deserta. Per guadagnarsi da vivere inizia a fare il cacciatore di pirati dell'aria. Purtroppo il suo aereo rosso viene praticamente distrutto dal rivale americano Donald Curtis e quindi devo partire alla volta di Milano, presso la compagna Piccolo, dove la giovane e determinata Fio Piccolo rimetterà in sesto il suo malconcio idrovolante. Ritornato alla sua isoletta deve affrontare il suo rivale in una battaglia alla pari alla fine della quale gli verrà fatta una importante rivelazione.

Naturalmente non aspettatevi che la storia vi venga spiegata passo passo, non aspettatevi una spiegazione accademica del perché e del per come. Il bello dei film di  Hayao Miyazaki sta nella dimensione magica nella quale sanno trasportarvi grazie alle musiche, le immagini ed ai pochi dialoghi. Tutto un altro universo rispetto ai film di produzione americana, i quali hanno il loro fascino, ma secondo me spesso mancano della magia.

Se potete correte a vederlo o andate nella fumetteria più vicina per prenotare il DVD che spero esca il prima possibile.

colori d'autunno


oggi è una bella giornata, ci vuole dopo tutti questi giorni di pioggia. Il diospero si sta spogliando ed ha delle bellissime tonalità di arancioni.

Posted by ShoZu

martedì 16 novembre 2010

"Last Night" di Massy Tadjedin

regia: Massy Tadjedin
sceneggiatura: Massy Tadjedin
fotografia: Peter Deming
montaggio: Susan E. Morse
musiche: Clint Mansell
produzione: Gaumont, Nick Wechsler Productions
distribuzione: Medusa
paese: Francia, USA 2010
genere: Commedia, Drammatico, Sentimentale
durata: 92 Min







interpreti e ruoli
Keira Knightley Joanna Reed
Eva Mendes Laura
Sam Worthington Michael Reed
Daniel Eric Gold Andy
Guillaume Canet Alex Mann
Griffin Dunne Truman
Scott Adsit Stuart
Stephanie Romanov Sandra
Steve Antonucci
Justine Cotsonas Maggie

Tutto accadde in una notte. Joanna e Michael sono la classica coppia che stanno insieme, tra alti e bassi, dai banchi di scuola e sono sposati da ormai quattro anni. Tutto sembra procedere per il meglio nelle loro vite perfette fino a quando durante una cena di lavoro Joanna si rende conto che il maritino ha una certa simpatia per una nuova collega, Laura. Classico bisticcio che si placa subito, ma in agguato c'è il destino. La notte successiva mentre lui è fuori città per lavoro in compagnia della bella e seducente collega lei rimane in città dove incontra l'altro amore della sua via, se non il vero amore. Ognuno dei due coniugi si troverà quindi alle prese con dubbi, coscienze e difficili scelte da fare e con le quali convivere.

Il film è bello e ben gestito, anche se un poco lento per i miei gusti. Come sempre il finale a aperto lascia un poco di dubbi su come verranno affrontate alcune cose, in fin dei conti a ben guardare in modo diverso ognuno dei due ha sbagliato ed ha mentito.

Film comunque che consiglio di vedere

lunedì 15 novembre 2010

claim token

XPUAFYBKB627 

claim token

F2YT24QSWFCX 

"Almost blue" Di Carlo Lucarelli

More about Almost blueQuello che mi è piaciuto di più in questo libro sono state le atmosfere, per il resto ...
Il personaggio femminile poi l'ho trovato pessimo, classica donna insicura innamorata del superiore/prof ma che poi ...
Ma poi una domanda, ma che è scema che non prende un antidolorifico se ha dei tremendi dolori premestruali e deve pure andare a lavoro? Ma che non lo sa che se ti deve arrivare il ciclo puoi usare un proteggislip in modo da non dover guardare ogni tre per due nelle mutande? ...

Disco Crack lighstic


oggi abbiamo fatto scorta dei bastoncini luminosi per il concerto dei Litfiba del primo dicembre. Il mio è quello giallo oppure arancione. Basta che non sia quello rosa.

Posted by ShoZu

Penny freddolosa


Penny, la pappagallina gialla, soffre il freddo ed infatti si gonfia sempre tutta. Noi naturalmente li mettiamo al riparo, ma pare che lei vorrebbe una stufina tutta per se.

Posted by ShoZu

mercoledì 10 novembre 2010

"Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte" Di Mark Haddon

More about Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotteIl libro è scritto in prima persona e narra le avventure del ragazzo alla ricerca dell'assassino del cane della vicina. Fanno da contorno un padre che deve gestire un figlio molto particolare ed una madre lontana.
Come molti ragazzi aspanger anche Christopher ama la matematica e la logica e la sua indagine procede un passo alla volta, minuziosa.

Non fa che piovere

In questi giorni non fa che piovere, piovere, piovere, ... se va avanti così mi spunteranno le branchie!!
Anche il gatto inizia a non poterne più, in genere la mattina esce per darsi un poco di arie alla "io sono un gattaccio di strada incazzuto", poi torna per pranzare e riposare un poco. Ora invece mette il muso fuori dalla porta, osserva sconsolato la pioggia che cade copiosa, e ritorna in casa. La sua unica attività ultimamente è la scelta del letto sul quale andare a dormire ... povera creatura!

martedì 9 novembre 2010

"Maschi contro Femmine" di Fausto Brizzi

Regia: Fausto Brizzi
Sceneggiatura: Fausto Brizzi
Fotografia: Marcello Montarsi
Montaggio: Luciana Pandolfelli
Musiche: Bruno Zambrini
Produzione: IIF in collaborazione con Rai Cinema
Distribuzione: 01 Distribution
Paese: Italia 2010
Genere: Commedia
Durata: 113 Min







Interpreti e personaggi
Paola Cortellesi Chiara
Fabio De Luigi Walter
Sarah Felberbaum Francesca
Chiara Francini Marta
Lucia Ocone Monica
Francesco Pannofino Vittorio
Alessandro Preziosi Diego
Paolo Ruffini Ivan
Carla Signoris Nicoletta
Nicolas Vaporidis Andrea
Giorgia Wurth Eva
Claudio Bisio Marcello
Nancy Brilli Paola
Giuseppe Cederna Renato
Luciana Littizzetto Anna
Emilio Solfrizzi Piero

Film corale alla "Love actually" dove tanti personaggi, collegati tra loro da sottili fili di amicizia/parentela, raccontano tante storie inerenti un argomento comune, in questo caso l'eterno conflitto tra uomini e donne. Abbiamo quindi l'uomo in astinenza per la gravidanza, la donna tradita per una ragazza più giovane, e così via. Alla fine non ci sono ne vinti ne vincitori, solo tante storie  e tante situazioni.
Su film del genere non è che ci sia poi tanto di dire e da raccontare, se non che corre bene ed è divertente. Film che consiglio se volete una serata spensierata.


In attesa del seguito.

lunedì 8 novembre 2010

Solo per chi abita a Firenze

Fava meraviglia di Novoli
Fava lunga delle Cascine
Vorrei tanto sapere chi ha dato questi nomi alle Fave!
Bisogna precisare che a Firenze non si usa il termine "fava", ma "baccello" perchè la "fava" da noi non è proprio una bella parola e "fava lunga delle cascine" come nome è tutto un programma.


Scusate la pessima qualità delle foto.

venerdì 5 novembre 2010

"Universo incostante" di Vernor Vinge

More about Universo incostantePeccato, il libro aveva tutte le premesse per piacermi, ma proprio non mi ha preso.
La storia viene vista da più parti, l'idea è originale ed accattivante, i protagonisti insoliti, ...
Il libro è praticamente una missione di doppio salvataggio, infatti si deve salvare un ragazzino sperduto in un pianeta alieno, abitato da esseri la cui mente è data dall'unione di più menti, e si deve salvare l'universo da una entità superiore, risvegliata per sbaglio dai discendenti dei terrestri.
Avventura, mistero ed un finale non del tutto scontato.